News_errata

Violenza e vaccini in Repubblica Centrafricana

Violenza e vaccini in Repubblica Centrafricana

Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, è in preda ad una spirale di violenza. Attacchi, linciaggi, saccheggi e rappresaglie sono all’ordine del giorno. 100.000 sfollati vivono nel campo M’Poko, vicino all’aeroporto di Bangui, costretti a lasciare le loro case a causa della violenza che imperversa in città. Le condizioni di estrema insicurezza hanno ha costretto MSF ad interrompere le attività per diversi giorni. Ma approfittando di un momento di tregua, le équipe hanno vaccinato 68.000 bambini contro il morbillo per scongiurare il rischio epidemia. In clinica, ogni giorno, vengono visitate 500 persone, mentre all’ospedale di Bangui arrivano pazienti con ferite da machete e coltellate, a volte anche da tortura. MSF invita tutte le parti a porre fine alle violenze contro i civili, i pazienti e il personale medico. Questo video è tratto dal TG di MSF “Un mese in azione – gennaio”.

FacebooktwitterpinterestlinkedinmailFacebooktwitterpinterestlinkedinmail